Pane alla carota e semi di finocchio

Oggi vi vogliamo presentare una ricetta per preparare un buonissimo pane alla carota grattuggiata e semi di finocchio:

12012014350

Questi sono gli ingredienti necessari per circa una pagnotta di 1 kg:

  • 200 ml d’acqua
  • 180 g di farina ‘0’ (“Per pane” o “Manitoba”)
  • 370 g di farina ’00’
  • 180 g di carote grattuggiate
  • 12.5 g di lievito fresco
  • 2 cucchiai d’olio
  • 1 e 1/2 cucchiaini di sale
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 e 1/2 cucchiaini di semi di finocchio

Per prima cosa grattuggiate le carote:

Carote grattuggiate
Dopodiché, inserite gli ingredienti nella macchina del pane, iniziando dai liquidi, quindi l’acqua e l’olio. Poi aggiungete prima le carote e poi la farina. Mettete il sale da una parte e lo zucchero dall’altra; al centro fate un piccolo pozzo in cui inserire il lievito frantumato:

12012014331
Infine, aggiungete i semi di finocchio:

pane carote semi finocchio
Ora avviate la macchina nella modalità pane bianco con cottura media. Se volete una crosta più croccante, scegliete invece il livello di cottura più alto. A fine cottura controllate lo stato del pane: se non risulta abbastanza cotto, avviate il programma solo cottura per il tempo necessario.

Ecco il pane nella fase di impasto:

12012014337 12012014338
…e infine il risultato finale:

12012014344 12012014345 12012014340 12012014351 12012014352
Provate a farlo perché è davvero buonissimo!!!

N.B.: le quantità qui indicate, soprattutto il rapporto acqua/farina, potrebbe cambiare da macchina a macchina. Inotre, a seconda delle carote usate, potreste avere un impasto più o meno umido. Per avere quindi una buona riuscita del pane, vi consiglio di controllare lo stato dell’impasto ogni tanto per vedere che non sia troppo umido.

Ricordatevi la regola d’oro: l’impasto deve essere appiccicoso ma non troppo, non deve mai rimanere attaccato ai bordi del cestello e se lo toccate con un dito deve staccarsi perfettamente quando allontanate la mano. Se vedete quindi che queste cose non succedono, aggiungete della farina finché non avrete raggiunto le condizioni ottimali.

Segnatevi da parte le correzioni a questa ricetta perché come detto prima il rapporto acqua/farina potrebbe cambiare da macchina a macchina.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>